Creatività

cre·a·ti·vi·tà - sostantivo femminile

 

Capacità produttiva della ragione o della fantasia, talento creativo, inventiva.

 

Il verbo italiano "creare" deriva dal "creare" latino, che condivide con "crescere" la radice KAR.

In sanscrito, "KAR-TR" è "colui che fa" (dal niente), il creatore.

"Produce opere geniali non chi vive nell'ambiente più squisito, chi ha la conversazione più brillante, la cultura più vasta, ma chi, cessando bruscamente di vivere per sé, ha avuto il potere di rendere la propria personalità simile a uno specchio, in modo che la sua vita, per quanto possa essere mondanamente e anche, in un certo senso, intellettualmente, mediocre, vi si rifletta: perché il genio consiste nel potere riflettente e non nella qualità intrinseca dello spettacolo riflesso."

Marcel Proust

415-886-2009

Accrescere la consapevolezza dell'importanza

della creatività e dell'innovazione in quanto competenze chiave

per lo sviluppo personale, sociale ed economico.

561-616-5549
  •  

4232479898